Centro SMAC e scuola SMAC

Al mattino il recupero dell’abbandono scolastico di studenti della scuola secondaria di primo grado e nel pomeriggio l’aggregazione libera, la cittadinanza attiva e lo spazio compiti per studenti dell’ultimo anno di scuola media e del biennio delle scuole superiori.

Inaugurata la nuova sede del Centro SMACNel giugno del 2009 la Comunità ha aperto il Centro SMaC (acronimo per San Martino al Campo), una stanza di 50 mq nel cuore della Piazza Perugino, nel quartiere di Barriera Vecchia.  Il Centro ha offerto ai ragazzi un posto dove relazionarsi, dove fare esperienze significative e dove incontrare figure educative capaci d’ascolto e di sostegno. All’interno del Centro SMaC a partire da settembre 2009 in collaborazione con il Comune di Trieste e con l’USSM (Ufficio Servizio Sociale per i Minorenni) è iniziato un progetto, denominato “Insieme stiamo bene”,  per il recupero dell’abbandono scolastico rivolto a ragazzi a rischio di marginalità e devianza che non avevano ancora assolto all’obbligo scolastico pur avendo più di 13 anni. A seguito della buona riuscita di tale esperienza nell’ambito dei nuovi Piani di Zona 2010-2011 è stato elaborato un progetto, denominato “Non uno di meno” che prevede la realizzazione di una sorta di scuola alternativa – denominata Scuola SMaC – per consentire a ragazzi che hanno abbandonato la scuola dell’obbligo di conseguire il diploma di scuola media.

Anche il progetto “Chi impara non va in para”, finanziato dalla Regione e realizzato in collaborazione con il Comune di Trieste – Area Promozione e Protezione Sociale e dall’USSM, ha sostenuto il lavoro del Centro SMaC; tale progetto, volto a prevenire fenomeni di devianza minorile, prevedeva la realizzazione di attività di socializzazione e di educazione ambientale ed alla legalità con un gruppo di ragazzi a rischio, alcuni dei quali frequentanti la “Scuola SMaC”.

Da settembre 2012 il Centro SMaC è stato trasferito in Via Molino a Vento, 83 in un locale, spazioso e luminoso, messo a disposizione dal Comune di Trieste. Presso la nuova sede il Centro continua a svolgere le sue due principali attività: al mattino (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30) il recupero dell’abbandono scolastico di studenti della scuola secondaria di primo grado e il pomeriggio (lunedì e mercoledì dalle 15 alle 17) l’aggregazione libera, la cittadinanza attiva e lo spazio compiti per studenti dell’ultimo anno di scuola media e del biennio delle scuole superiori.

Qualcuno con cui correre

Qualcuno con cui correre è un progetto nato nel 2016 per poter continuare a seguire i ragazzi che hanno ottenuto la licenza media con il progetto “Non uno di meno”. Infatti, in questi anni, abbiamo constatato che solo pochi di questi ragazzi riescono a portare a termine un percorso di studi nella scuola superiore.
Il progetto prevede la creazione di un percorso individualizzato per ogni ragazzo, con particolare attenzione al primo anno scolastico dopo la licenza media e comprende il monitoraggio della frequenza a scuola, contatti telefonici ed incontri mensili con le famiglie e i referenti della scuola frequentata.
Si prevede la realizzazione di laboratori per l’apprendimento del metodo di studio, per il consolidamento delle materie curricolari delle scuole frequentate da ciascun ragazzo e un tutoraggio nell’utilizzo positivo e propositivo dei nuovi media (internet, social, tablet, smartphone, ecc..) utilizzandoli come valido supporto per l’apprendimento e lo sviluppo di competenze.
Alla fine dell’anno scolastico è prevista l’assegnazione di una “borsa di studio” per coloro che ottengono la promozione.

Share This